+39 0875 703580info@officina3a.it

Centro Revisioni

Centro Revisioni Veicoli

Eseguiamo revisioni periodiche su tutti i veicoli e automezzi. Forniamo, ai nostri clienti, un servizio puntuale e completo per garantire la sicurezza della circolazione.

Da anni collaboriamo con la Motorizzazione Civile di Campobasso per il servizio Revisione di Automezzi superiori a 35 Q.li

Effettuiamo revisioni:

  • su tutti gli autoveicoli < a 35 Q.li *
  • su tutti gli automezzi superiori a 35 Q.li **

La revisione può essere prenotata sia telefonicamente che tramite e-mail.

* Informazioni utili su Revisione Veicoli < a 35 q.li

Tutte le autovetture e gli autoveicoli di massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 tonnellate devono essere sottoposti a revisione entro 4 anni dalla data della prima immatricolazione e successivamente ogni due anni, cioè un anno si e un anno no (art. 80 del Codice della Strada). La prima revisione va eseguita entro il mese corrispondente a quello di rilascio della carta di circolazione; le revisioni successive vanno eseguite entro il mese corrispondente a quello in cui è stata effettuata la revisione precedente.
I documenti da presentare al momento della revisione sono: la carta di circolazione del veicolo e un documento d’identità. La revisione comporta un controllo sui freni, ruote, pneumatici, sterzo, sospensioni, trasmissioni, luci, segnalatore acutistico, tergicristalli, telaio, cinture di sicurezza, triangolo, sul rispetto dei limiti di emissione.

La revisione periodica del veicolo, prima di essere una norma di legge e quindi un “obbligo a cui sottostare” è sicuramente un momento importante per verificare lo stato di salute e di sicurezza del vostro mezzo.

**Revisione autocarri: scadenza, normativa e costo

Revisione autocarri: ogni quanto va affrontata? Quali sanzioni se è scaduta? Quali controlli vanno eseguiti per superarla senza problemi?

La revisione è sì uno dei rognosi obblighi cui ogni cittadino deve adempiere per non incorrere in problemi e sanzioni, ma rappresenta altresì un controllo di primaria importanza perché serve a garantire la sicurezza dei veicoli circolanti. I veicoli vengono infatti sottoposti a revisione per assicurare che circolino in condizioni di massima efficienza, tale da garantire la sicurezza e da ridurre il rumore e l’inquinamento.

Fatte queste necessarie premesse cerchiamo di sciogliere i nodi fondamentali della questione revisione, di rispondere alle domande che ogni autista si pone periodicamente, considerando che la normativa in tema di revisione autocarri è suscettibile a modifiche, quindi spesso non si fa in tempo ad imparare come funziona che la legge ha già subito variazioni.

La scadenza della revisione degli autocarri non è fissa ed è diversa dal termine della revisione auto. La normativa di riferimento recita così: la revisione degli autocarri e rimorchi con massa complessiva superiore a 35 quintali, nonché degli autobus, autovetture ad uso Taxi o noleggio con conducente e autoambulanze va effettuata dopo un anno dalla prima immatricolazione e poi dopo un anno dall’ultima revisione. In pratica, la revisione degli autocarri ha scadenza annuale: va effettuata ogni anno!

Oltre a verificare il decoro del veicolo, quindi che sia ben pulito rendendo ben leggibile il numero di telaio e le targhe di immatricolazione, gli elementi sotto esame al momento della revisione sono: l’impianto sterzante, del quale occorre controllare l’efficienza eliminandone l’eventuale “gioco”; l’impianto elettrico badando a verificarne il corretto funzionamento quindi i collegamenti tra veicolo trainante e rimorchi, clacson, proiettori, abbaglianti, luci di posizione, arresto, luci targa, retromarcia, fendinebbia, catarifrangenti. Infine un altro elemento fondamentali sono gli pneumatici i quali devono essere uguali per asse e devono avere le stesse misure riportate sulla carta di circolazione.
Questi controlli vanno effettuati su tutti i tipi di veicolo, mentre nello specifico caso degli autocarri vi sono altri elementi da controllare:

  • RIBALTABILE: la luce spia in cabina (contatto direttamente tra cassone e controtelaio). Per i trilaterali verificare il corretto inserimento degli “spinotti”(solo croce) per il sistema anti-inversione
  • PARAINCASTRO POSTERIORE: le dimensioni minime sono di cm. 10×10. L’altezza minima da terra (max 55 cm. o 77 cm. per veicoli omologati prima del 01 gennaio 1991) e la distanza max del fondo cassone di cm. 45
  • CUNEI: sono obbligatori per i veicoli superiori a Q.li 35
  • PANNELLI RETRORIFLETTENTI: non devono risultare opacizzati (per veicoli e rimorchi superiori a 3,5 ton.)
  • CRONOTACHIGRAFO. Munirsi di dichiarazione di controllo dell’avvenuta revisione per l’anno in corso
  • FURGONI FRIGORIFERI: attestazioni A.T.P. non scaduta
  • MEZZI D’OPERA: luce lampeggiante gialla e scritte
  • TARGA DI IMMATRICOLAZIONE RIMORCHI: posizionata nella parte posteriore per rimorchi immatricolati dall’ 1/10/83. E targa ripetitrice gialla non opacizzata
  • MUNIRSI DELL’ORIGINALE DELLA LICENZA (Conto Proprio) AL TRASPORTO MERCI PER AUTOCARRI DI PESO SUPERIORE A Q.LI 60 A PIENO CARICO
  • VEICOLI CON GRU Certificato verifica annuale
  • TRASPORTI IN ADR Corredo completo ed estintori non scaduti. Certificato Agreement (Barrato Rosa) originale. Revisione triennale cisterne non scaduta.
  • DISCHI DI VELOCITA’
  • SPECCHI RETROVISORI GRANDANGOLARI CON AGGIORNAMENTO DELLA CARTA DI CIRCOLAZIONE (su veicoli immatricolati dopo il 01/01/2000 se sono da montare nuovi, siamo in grado di darvi il servizio)
  • PARABREZZA E CRISTALLI NON LESIONATI E NON OPACIZZATI
  • PARASPRUZZI (PARASCHIZZI) E PARAFANGHI: montaggio paraschizzi su tutte le ruote. Montaggio parafanghi anche su ruote posteriore trattori

Eseguendo un controllo accurato di tutti gli elementi elencati risulterà tutto regolare e non ci saranno problemi a superare la revisione!

Non rischiare, la Revisione te la ricordiamo noi